IL CACAO

La coltivazione del cacao ebbe inizio verso la fine del XVIII° secolo, ma non fu subito un successo. I primi raccolti incoraggianti coincisero con l’incremento della domanda a livello globale nell’era della prima rivoluzione industriale. Fino al 1800, infatti, le produzioni rimasero su bassi livelli. Furono le grandi potenze coloniali europee a diffondere il cacao vista la crescente richiesta dei consumatori occidentali.

Il cacao di nostra produzione è il Trinitario, un incrocio tra il Criollo e il Forastero, che presenta caratteristiche di entrambi ma è dotato di un aroma intenso e raffinato.

Per crescere gli alberi richiedono ottime condizioni vegetative: un terreno ricco, un clima armonico con temperature medie di 25°C e un alto tasso di umidità. I nostri terreni, collocati a macchia di leopardo nella Repubblica Dominicana, sono dotati di tali caratteristiche e ci permettono di produrre un cacao di altissima qualità. Nonostante la loro preferenza per il calore, però, gli alberi di cacao non amano la luce diretta del sole che va assolutamente evitata. Proprio per questo, gestiamo la piantumazione attraverso l’utilizzo dei Platani, pianta appartenente alla famiglia dei banani, che vanno a generare il microclima ideale per la crescita del cacao.

L’albero del cacao ha due cicli semestrali di fioritura caratterizzati da fiorellini a cinque petali bianchi (femmina) e rosa (maschio) che spuntano sul tronco e sui rami. Ovviamente  non tutti  verranno fecondati, naturalmente o a mano, e non più di quaranta daranno vita ad una cabossa riconoscibile per la forma ovoidale e per il colore verde.

Nella maggior parte dei paesi di coltivazione, la cabossa, ovvero il frutto del cacao, giunge a maturazione al termine della stagione umida e solo a maturazione completa assumerà il colore giallo-arancio. A questo punto, la cabossa viene aperta longitudinalmente con un machete. I nostri campesinos  utilizzano coltelli affilati per tagliare con attenzione il frutto maturo dall’albero cercando di non danneggiare il tronco, i fiori o i frutti stessi.